MachetteMB2
MachetteGialli
img5

Cina, la Grande Muraglia sta scomparendo

Appello delle autorità cinesi: "bisogna fare qualcosa"

di Francesca Artuad 29 luglio 2016

La Grande Muraglia sta scomparendo, mattone dopo mattone, e le autorità cinesi ora esprimono pubblicamente tutta la loro preoccupazione.
Una nuova campagna è stata lanciata per proteggere l’antica fortificazione che si snoda per 13.000 miglia (21.000 chilometri) in tutta la Cina settentrionale, dai danni naturali, ma anche dall’aggressione della gente.
Qualcuno dice che la Grande Muraglia cinese sia l’unica realizzazione umana che gli astronauti in orbita attorno alla Terra riescano a vedere a occhio nudo. Fu costruita nel Terzo secolo a.C. e rinforzata e ampliata nel corso di quasi venti secoli fino all’epoca della dinastia Ming (1368-1644). La lunghissima barriera doveva difendere la Cina dalle invasioni dei popoli del Nord, ma non si rivelò troppo efficace. Ora questo monumento dell’umanità si sta sgretolando.
I mattoni sono stati rubati a costruire case, per l’agricoltura o come souvenir per i turisti. La situazione si aggrava anche per l’erosione naturale di vento, pioggia e tempeste di sabbia.
Il giro di vite prevede verifiche, ispezioni regolari e un numero verde per consentire a chiunque di segnalare danni e furti.
Secondo le statistiche ufficiali, circa il 30% del muro è già scomparso.

“La Grande Muraglia è un patrimonio immenso così quanto la difficoltà di conservarlo e proteggerlo. Ora il rischio è che scompaia per sempre.” ha dichiarato Dong Yaohui, vice direttore della Grande Muraglia alla CNN. Scatenando le reazioni indignate di mezzo mondo.
La lunghezza della Grande Muraglia, è di 21.196,18 chilometri, che si estendono attraverso 15 province dal confine con la Corea del Nord alla zona di Pechino alla regione autonoma dello Xinjiang, nell’estremo ovest del paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




fascettaMB2

fascettaMyBooklet
sufbMB
Go Up